Author:Parco Villa Reale

Pic nic al tramonto firmato Giglio_Villa Reale

Pic nic al tramonto firmato Giglio

PIC NIC firmato Giglio: i girdini di Villa Reale come location d’eccellenza per una trasferta culinaria del ristorante Giglio di Lucca, che sempre innovativo si reinventa e sperimenta.

PIC NIC AL TRAMONTO firmato GIGLIO

Regalati l’emozione di vivere i giardini di Villa Reale alla suggestiva luce del tramonto con un pic nic dal carattere elegante ed innovativo come quello del rinomato ristorante Giglio di Lucca.

Grazie all’apertura straordinaria del parco dopo le 18 del 27 LUGLIO e 24 AGOSTO 2018 e grazie alla collaborazione con i tre intraprendenti chef del Giglio, avrete la possibilità di vivere un’esperienza esclusiva tra natura dai raffinati giardini, architetture fresche di restauro e gusto dai sapori della tradizione rivisitati in chiave contemporanea.

Data l’eccezionalità dell’evento, sarà necessario prenotare l’ingresso con il pic nic entro il martedì precedente, quindi per luglio entro il 24 luglio e per agosto entro il 21 agosto scrivendo a info@parcovillareale.it oppure chiamandoci allo + 39 0583/30108.

La proposta di pic nic firmata Giglio, con prodotti rigorosamente di loro produzione (a parte il vino) per 2 persone sarà come elencato nell’immagine.

In base alla scelta della bottiglia di vino in accompagnamento, il prezzo del pic nic cambierà come segue:

A) 35€ con L’eclisse, Paltrinieri, Lambrusco di Sorbara Doc

B) 45€ con Atmospheres, Domaine Landron, Brut Nature Loira

C) 55 € con Pierre Arnaud, Champagne Premiere Cru e l’aggiunta di 2 ostriche

Il prezzo è da intendersi a persona e comprensivo di ingresso al parco di Villa Reale e cestino da pic nic (minimo 2 persone; 1 bottiglia ogni 2 persone)

Per i bimbi, sarà possibile prenotare un cestino da pic nic a 15€ con:

pasta fredda
piccolo dolce
succo di frutta

Possibilità di cestino vegetariano su richiesta

Menù pic nic Giglio_Villa Reale
giglio_chefs

E per un evento d’eccellenza era importante anche l’arredamento della location e i dettagli del pic nic come cestini e ambientazione…per qesto aspetto ci siamo affidati a Claudia e Samanta che da oltre 16 anni realizzano eventi da ricordare.  Creano matrimoni da sogno, ricevimenti privati memorabili, ma anche grandi eventi aziendali con un comune denominatore : il su misura .  La pianificazione e progettazione di ogni evento è sempre in linea con le esigenze del committente . La cura del dettaglio è attenta e  minuziosa perché sono proprio i dettagli a regalare le emozioni più intense.

Perchè avvalersi del miglior ristorante di Lucca per il nostro evento di degustazione all’aperto? Perchè per una location d’eccellenza come il parco di Villla Reale che apre i cancelli a titolo del tutto eccezionale per queste due serate estive, bisognava avvalersi dei migliori chef sulla piazza! Conoscili meglio su http://www.ristorantegiglio.com/persone/

logo l'evento
0
0
Lezioni di pittura en plein air con Kreativa dArte e dintorni nel parco di Villa Reale LU)

Pittura in villa 2018

Pittura in Villa torna a grande richiesta anche per questa estate appena iniziata e gli appuntamenti…raddoppiano!!!
Sperimentando le bellezze di Lucca con una lezione di pittura a Villa Reale si avrà l’occasione unica di dipingere en plein air nella magia dei suoi giardini, con la guida di Federica, laureata all’Accademia di Belle Arti di Firenze e eloquente anche in lingua inglese. Le tecniche principalmente indicate sono acrilico e acquerello.

Pittura in villa unisce la bellezza dell’esperienza del viaggio in mezzo alla natura alla pratica della pittura. Lontani dal rumore e dalla routine…..dipingere in mezzo alla natura o in luoghi densi di memoria storica crea uno stato emotivo unico come gli impressionisti ci hanno tramandato…. Schizzi, dipinti, lavori densi di ispirazione, buona compagnia, saranno i ricordi che torneranno a casa con voi.

Lezioni di pittura en plein air con Kreativa dArte e dintorni nel parco di Villa Reale LU)
Pittura in Villa
Quando:
Ogni martedì pomeriggio dalle 15 alle 18 e ogni giovedi mattina dalle 10 alle 13
Dove ci troviamo:
All’ingresso di Villa Reale di Marlia (LU)
Informazioni/prenotazioni:
cell +39 3285331057
email pittura@kreativa.name
Social:
Prezzi:
  • 1 lezioni di Pittura in Villa – 12 € + biglietto d’ingresso (da pagare separatamente, per vedere i prezzi cliccare qui)
  • 4 lezioni di Pittura in Villa – 70 € compreso ingresso al parco
  • 8 lezioni di Pittura in Villa – 110 € compreso l’accesso illimitato al parco fino a fine stagione, ovvero il 31 ottobre 2018
Appunti:

Cavalletti e materiale per disegnare per la prima volta fornito da Kreativa
Minimo 3 partecipanti. Si consiglia la prenotazione 3285331057
Per persone interessate a lezioni private in giorni diversi da concordare con Insegnante Federica (minimo 30€/ora)

L’insegnante Federica fa parte dello staff di:

KREATIVA – d’arte e dintorni
Associazione Artistica Culturale e Ricreativa
Organizzazione no-profit e Scuola d’Arte
Via Barbantini n.115 -loc. Arancio- 55100 Lucca (LU)
Organizzazione accreditata per l’Educazione (attestazione del Comune di Lucca prot.gen. n.71592/2016) con rilascio di attestati validi ai fini di credito formativo

che per il terzo anno consecutivo ha scelto il parco di Villa Reale come tema delle lezioni di pittura per i suoi innumerevoli scorci.

Locandina Pittura in villa 2018
0
0
Primo weekend di lavori per la realizzazione dell'albero del pellegrino

Via Francigena: da tronco spezzato ad albero del Pellegrino

Logo-Regione-Toscana
Progetto per la Via Francigena a Villa Reale di Marlia (Lu)
Logo-capannori

Via Francigena tra arte, natura e recupero nel parco di Villa Reale (LU)

 

Villa Reale_pgmedia.it

Un tronco di platano secolare abbattuto dal vento durante la tempesta del marzo 2015 tornerà a nuova vita diventando un’opera d’arte, una statua raffigurante  l’Albero del Pellegrino che nella fase di realizzazione – tutti i fine settimana a partire da sabato 9 giugno 2018 – sarà possibile ammirare nel nostro parco, all’interno del complesso di Villa Reale a Marlia (LU).

Una volta che la scultura sarà pronta verrà trasferita nei pressi del punto tappa della via Francigena presso il museo Athena di Capannori a simboleggiare la condivisione e l’incontro fra popoli sull’antico cammino da Canterbury a Roma che attraversa anche il nostro territorio. Si inserirà infatti nel contesto del “Labirinto Francigeno” approvato e finanziato dalla Regione Toscana che è in corso di realizzazione proprio all’esterno del museo civico capannorese.

Onorati di poter ospitare unProfilo Stefano Pierotti progetto di valorizzazione del territorio con un occhio di riguardo alla Via Francigena che passa proprio da Lucca a Capannori, i proprietari di Villa Reale hanno ritenuto che lo scultore all’altezza di questo importante opera d’arte fosse Stefano Pierotti, di Pietrasanta.

Scultore che già in passato aveva scolpito del legno per ricordare la tempesta di vento che colpì sia la costa della Versilia che l’entroterra con il suo “insolito risvelgio” e che oggi si dedica nel recupero di un tronco appartenuto a Villa Reale per decenni e che da albero spezzato ha la possibilità di essere trasformato in opera di condivisione e incontro fra popoli sulla Via Francigena.

Il bozzetto dell’albero del pellegrino presentato da Pierotti è stato Schizzo scultura del Pellegrino 2018accolto in virtù della sua passionalità e per il forte messaggio che la scultura intende mandare, ovvero << Qualunque sia la meta del tuo cammino, non cercare nuove terre ma nuove mani da stringere, per trovarsi e ritrovarsi >> sulla via Francigena. Il bozzetto è già diventato tridimensionale grazie ad una prima realizzazione in gesso di cui vediamo sotto una fotografia.

Bozzetto in gesso della scultura dell'albero toscano del pellegrino di Stefano Pierotti

UN LABORATORIO D’ARTE NEL GIARDINO STORICO, ALLA SCOPERTA DELLA VIA FRANCIGENA TOSCANA

Il parco di Villa Reale diventa oltre che museo all’aria aperta, un vero e proprio laboratorio d’arte in cui artista e visitatori potranno assistere alla realizzazione di questo Albero del Pellegrino scalpellata dopo scalpellata: come? Ogni weekend a partire dal 09/10 di giugno fintanto che la scultura non prenderà la sua forma finale,  durante il normale orario di apertura al pubblico e senza maggiorazione del biglietto di ingresso al parco.

Si avrà quindi la possibilità di vedere uno scultore in azione all’interno di un contesto meraviglioso come i giardini di Villa Reale sia in famiglia che con gli amici, e perchè no, strappare qualche consiglio dall’artista in persona mentre scolpisce!

Primo weekend di lavori per la realizzazione dell'albero del pellegrino

Villa Reale può ospitare tale progetto della Via Francigena grazie al rinnovo del patto di collaborazione per la condivisione di attività nel parco con il Comune di Capannori in seguito alla firma del “Patto Reale: arte e storia come incontro di comunità”. Si ringraziano la Regione Toscana, il Comune di Capannori e gli stakeholder del Comitato turistico di Destinazione per aver permesso la realizzazione dell‘ “Albero Toscano del Pellegrino” all’interno del parco di Villa Reale, dando così un ampio raggio di partecipazione da parte di turisti e della comunità.

Seguici anche su facebook per seguire l’avanzamento dei lavori, per altre news e curiosità, sia sul parco che sul progetto!

0
0
Una due giorni di arte dove "Meravigliarsi è sempre possibile"

Le rinascenze – Arte in Villa 2018

Una due giorni di arte dove "Meravigliarsi è sempre possibile"

“Le Rinascenze” Arte in Villa 2018

Evento eccezionale che vede al centro ARTE e PERSONE.

Kreativa – d’arte e dintorni
il 19 e 20 MAGGIO

organizza nel Parco di Villa Reale una Festa d’arte con performance, mostre e spettacoli ininterrotti, che si alterneranno nelle due giornate animando il parco in ogni angolo. Aree dedicate per mostre e laboratori ma anche improvvisazioni e colpi di scena lungo i vari percorsi, lasceranno lo spettatore affascinato e incuriosito, regalandogli la voglia di proseguire nel cammino per scoprire cosa succede più in là e anche, perchè no, di rimanere coinvolto in questa atmosfera artistica.

Meravigliarsi è sempre possibile

Vengono chiamati “Rinascimenti” o “Rinascenze” tutti quei momenti o meglio quelle epoche in cui si passa da un periodo buio e privo di stimoli alla voglia di vita, attivando il processo mentale dell’uomo, con l’esaltazione della creatività e della bellezza passando attraverso l’arte.

Tutti i Reali amavano fare feste che richiamavano un gran numero di invitati suscitando in loro interesse e stimoli; la stessa Elisa Buonaparte non disdegnava amplificare questo vezzo rendendo partecipi i propri “sudditi” e utilizzando accorgimenti artistici anche d’avanguardia.

Villa Reale di Marlia è la dimora perfetta per far rinascere continuamente l’arte e stimolare la nuova creatività, ospitando e al tempo stesso esaltando con la sua scenografia una vera e propria festa delle Rinascenze.

Villa Reale - Le rinascenze 2018

Sono più di 10 anni che Kreativa – d’arte e dintorni – promuove arte in tutte le sue forme a Lucca. Il contenuto della sua “scatola aperta” è cresciuto, così necessità e piacere hanno dato il via a questo progetto: Le Rinascenze.

E’ il momento di  svelare il segreto di questa manifestazione, opportunità che non è il semplice rivivere una epoca ma VIVERE adesso il piacere della rinascita artistica. Mistione e commistione del bello, del passato ma anche del futuro, della creatività e dell’impressione emotiva e intellettuale: ogni avventore si troverà immerso in molti mondi artistici e potrà scegliere liberamente il suo percorso all’interno del parco.

Maggio è inoltre da sempre il mese di rinascita in cui i Nobili organizzavano più di frequente incontri artistici, esibizioni musicali e teatrali: ecco perché Kreativa ha scelto il 19 e 20 maggio 2018 per presentare questo evento incredibile nella sua dimora più naturale: Villa Reale.

Logo Kreativa d'arte e dintorni

QUANDO POTREMO PARTECIPARE A QUESTO EVENTO?

19 MAGGIO 2018 dalle ore 14:00 alle ore 18:00

20 MAGGIO 2018 dalle ore 10:00 alle ore 18:00

C’E’ UN COSTO D’INGRESSO?

Una volta pagato il normale biglietto di accesso al parco (7€ a persona per i gruppi di almeno 10 persone, 9€ per gli individuali, bambini gratis fino a 13 anni) la partecipazione all’evento è interamente GRATUITA.

QUANTO TEMPO SI IMPIEGA PER LA VISITA?

Il parco è grande 16 ETTARI e il percorso completo è di circa 2 km – senza eventi la visita dura circa un’ora, un’ora e mezzo ma per questa occasione sarebbe l’ideale che si potesse prendere un po’ più di tempo per sperimentare tutte le arti e godersi le sorprese strada facendo.

DOVE TROVO IL PROGRAMMA?

Sul sito interamente dedicato all’evento Le Rinascenze – Arte in Villa “2018 www.lerinascenze.it

COME MI ORIENTO NEL PARCO? COME POSSO SAPERE DOVE VIENE ORGANIZZATO QUEL LABORATORIO O QUELLA PERFORMANCE?Mappa Iterattiva - Le rinascenze

Verrà consegnata una mappa cartacea su cui è segnato il percorso standard e novità assoluta, ci si potrà collegare alla mappa interattiva per non perdersi nemmeno un evento!

Segui l’evento anche su Facebook per non perderti nessuna novità e soprattutto curiosità!

0
0
Anteprima 2x1_Villa Reale di Marlia

2×1 insieme al museo – aprile 2018

2x1 Insieme al Museo aprile 2018

2×1 Insieme al museo? Esatto! Per i soci Unicoop Firenze (Tirreno) 2 biglietti di ingresso al parco di Villa Reale avranno il costo di un solo biglietto intero! Quando? Le domeniche di aprile 2018.

2×1 insieme al Museo: 2 ingressi con 1 biglietto intero

Tra i 101 musei da scoprire in Toscana nelle domeniche dei mesi di febbraio, marzo e aprile grazie alla collaborazione tra Regione Toscana e Unicoop Tirreno, c’è anche il museo all’aria aperta di Villa Reale! Proprio così, nelle domeniche 8 - 15 - 22 e 29 aprile 2018 i soci Unicoop Firenze possono usufruire di uno sconto speciale per scoprire i giardini della Sorella di Napoleone, un gioiello tra le collezioni della Toscana che si sta rinnovando e restaurando per regalare un’esperienza tra storia e natura davvero unica.

2x1 Insieme al Parco di Villa Reale_Unicoop 3

Siamo felici di appoggiare enti come Regione Toscana, Siti Unesco e Unicoop Tirreno, che si sono uniti per arricchire la Domenica con proposte culturali dedicate ai Soci Coop.

Il parco di Villa Reale è un museo all’aria aperta ed è visitabile dalle 10 alle 18 con orario continuato (ultimo ingresso alle 17:30 anche se per riuscire a visitare tutto con calma consigliamo di non arrivare dopo le 16:30). Ecco duqnue un’occasione per scoprire una Toscana dal tesoro nascosto, a due passi da casa, per di più ad un prezzo speciale. Un’occasione per vivere con tutta la famiglia la natura del giardino storico di Marlia nelle prime domeniche primaverili dell’anno.

2X1 INSIEME AL MUSEO – Ricapitolando la PROMOZIONE:

Quanto costa? Il biglietto intero per accedere al parco costa 9€

Chi può accedere con la promozione 2×1? I soci Unicoop Firenze che si presenteranno alla biglietteria muniti di tessera associativa

Quando è valida la promozione? Nelle domeniche 8 – 15 – 22 e 29 aprile 2018 dalle 10 alle 17:30

Dove? Appena fuori Lucca – il Parco di Villa Reale si trova a Marlia, Via Fraga Alta 2, 55014 Capannori

0
0

Pasquetta? Caccia al tesoro botanico!

Caccia al tesoro botanico_Villa Reale di Marlia
Caccia al tesoro botanico_Villa Reale di Marlia (2)
Caccia al tesoro botanico_Villa Reale di Marlia (3)

Pasquetta? Non c’è Pasquetta senza Caccia al Tesoro Botanico a Villa Reale!

A Pasquetta l’appuntamento imperdibile, per grandi e piccini, è infatti alla sua terza edizione!

La Caccia al Tesoro Botanico, ideata e organizzata dal network Grandi Giardini Italiani, è un’ottima occasione per far avvicinare i bambini al giardino ed alla natura, facendo loro scoprire e riconoscere in maniera giocosa – foglia per foglia – gli alberi e le piante presenti nei parchi. E quale occasione migliore del giorno di Pasquetta, 02 Aprile 2018, per una passeggiata ed una bella caccia botanica in uno dei più bei Giardini visitabili d’Italia?

Sarà anche possibile passare tutta la giornata nel parco, che regala scorci meravigliosi, portandosi il pranzo al sacco e assaporandolo in compagnia.

Caccia Al Tesoro Botanico _ Grandi Giardini Italiani
47BFDDCE-2619-427D-A4D7-C3DDF2E87356

A chi è rivolta la caccia: Ai bambini e ragazzi dai 6 ai 12 anni – i più piccoli potranno comunque entrare nel parco e stare con i familiari.

Come si svolge: I bimbi potranno andare alla ricerca del tesoro botanico insieme alle loro famiglie e amici seguendo la mappa che viene consegnata alla biglietteria. Trovati tutti gli indizi, si arriverà a scoprire dov’è il baule con il tesoro! Ogni bimbo porterà a casa un piccolo premio e un diploma di partecipazione.

A che ora: Non c’è un’orario, potete arrivare dalle 10 alle 16:30 (il parco chiude alle 18:00) quando preferite!

Quanto costa: Bambini 5€ – Adulti 9€ – Over 65, soci Fai, Soci Touring Club, Abbonati CTT Nord 7€

Prenotazioni obbligatorie: info@parcovillareale.it oppure 0583/30108 Altre informazioni e curiosità: Sui social! Facebook – Instagram

A questo proposito il miglior modo per farvi capire come viene organizzata la caccia nel parco di Villa Reale è un video girato da una famiglia che l’anno scorso ha partecipato all’evento:

Caccia al tesoro botanico a Villa Reale

Ricordiamo che l’evento è promosso dal network  Grandi Giardini Italiani e l’edizione 2018 della Caccia al Tesoro Botanico si svolgerà anche nei seguenti giardini:

Piemonte
Villa Ottolenghi Wedekind (Acqui Terme, AL)
Castello di Miradolo (San Secondo di Pinerolo, TO)
Oasi Zegna (Trivero, BI)
Parco di Villa Pallavicino (Stresa, VB)

Lombardia
I Giardini di Villa Melzi d’Eril (Bellagio, CO)
Parco della Fondazione Minoprio (Vertemate con Minoprio, CO)
Villa del Grumello (Como)
Villa Carlotta (Tremezzina, CO)
Rossini Art Site (Briosco, MB)
Giardini di Villa Monastero (Varenna, LC)
Giardino Botanico A. Heller (Gardone Riviera, BS)
Il Vittoriale degli Italiani (Gardone Riviera, BS)
Isola del Garda (S. Felice del Benaco, BS) 25 aprile 2018
Rocca di Lonato del Garda (Lonato del Garda, BS)
Parco Botanico Angelo e Lina Nocivelli (Verolanuova, BS)
Villa della Porta Bozzolo-FAI (Casalzuigno, VA)
Orto Botanico di Brera (Milano)

Trentino Alto Adige
I Giardini di Castel Trauttmansdorff (Merano, BZ)

Veneto
Castello di Roncade (Roncade, TV)
Castello di San Pelagio (Due Carrare, PD)

Liguria
Parco storico di Villa Serra (Sant’Olcese, GE)

Emilia Romagna
Labirinto della Masone (Fontanellato, PR)

Toscana
Giardino Bardini (Firenze)
Giardino Storico Garzoni (Collodi, PT)
Parco della Villa Reale di Marlia (Marlia, LU)

Marche
Parco storico Seghetti Panichi (Castel di Lama, AP)

Lazio
Roseto Vacunae Rosae (Roccantica, RI)
Castello Ruspoli (Vignanello, VT)

Abruzzo
Parco Giardino dei Ligustri (Loreto Aprutino, PE)

Sicilia
Orto Botanico dell’Università di Catania (Catania)

0
0
Mostra delle antiche camelie della Lucchesia 2018

Cosa visitare a marzo in Toscana

Mostra delle antiche camelie della Lucchesia 2018Cosa visitare a marzo in Toscana? State cercando delle idee originali per scoprire degli angoli di Toscana ancora inesplorati? Oppure volete tornare in quel camelieto meraviglioso che avete visitato anni fa? Non vi resta che scegliere di immergervi nella natura e nelle atmosfere di Paesi lontani come il Giappone ma…in Lucchesia!

La XXIX Mostra delle Antiche Camelie della Lucchesia e il Parco di Villa Reale (LU) vi coccoleranno nel mese di marzo fino a Pasquetta (02 aprile) con le loro numerosissime varietà di camelia japonica ed eventi collaterali: potrete infatti acquistare il biglietto cumulativo scontato per visitare entrambe le eccellenze sia alla biglietteria della Mostra sia alla biglietteria del Parco di Villa Reale a Marlia.

Qui sotto troverete brevemente descritte le due attrazioni nonchè delle fotografie per cominciare ad entrare nel variopinto mondo del fiore simbolo dell’amore eterno, la camelia.

Parco di Villa Reale

La Villa Reale di Marlia (XVII sec.), circondata da alte mura che sembrano proteggerla dal tempo che passa, sorge a Marlia a soli 8 km da Lucca, nel cuore della Toscana, e 15 km dal Borgo delle Camelie. Considerata una tra le più importanti dimore storiche d’Italia, nel XIX secolo è stata residenza di Elisa Bonaparte Baciocchi, sorella di Napoleone e Principessa di Lucca. La proprietà si estende su una superficie di 16 ettari e annovera numerosi e raffinati giardini, vere rarità botaniche e imponenti palazzi edificati nel corso dei secoli. Il suo Parco è percorso dai viali delle Camelie ed ospita due famosi Teatri, quello d’Acqua e quello di Verzura (dove si esibì spesso il celebre violinista N. Paganini per Elisa Baciocchi); a impreziosirlo si aggiungono il Giardino dei Limoni, con il gruppo marmoreo di Leda e il Cigno, e il Giardino Spagnolo di gusto Decò. Da non perdere le diverse residenze d’epoca che arricchiscono la visita al Parco come: la Villa del Vescovo (XVI sec.), adiacente al Ninfeo detto “grotta di Pan”, e l’elegante Palazzina dell’Orologio con la loggia panoramica (XVIII sec.).

Un itinerario pensato ad hoc vi accompagnerà alla scoperta di raffinate opere d’arte e scorci di grande effetto, disegnando un percorso ad anello intorno alla Villa Reale, ai monumenti e ai giardini.

Viali delle camelie_Villa Reale

Dicevamo, cosa visitare a marzo in Toscana? Il parco di Villa Reale, che ospita due viali di antiche camelie immersi in un contesto storico architettonico dalle svariate sorprese, offre la possibilità di acquistare un unico biglietto cumulativo con la mostra delle antiche camelie della Lucchesia: si potrà visitare uno dei giardini più belli d’Italia anche fuori mostra, completando così l’esperienza ‘cameliofila’ e renderla…unica.

Borgo e mostra delle camelie
mostra scientifica al centro culturale compitese

Un evento assolutamente da non perdere nel mese di marzo a Lucca è la XXIX mostra Antiche Camelie della Lucchesia, che si svolgerà nei weekend 10-11, 17-18, 24-25-31 marzo, 1-2 aprile 2018, a Pieve di Compito e Sant’Andrea di Compito. Si tratta ormai di un appuntamento consueto, ma capace ogni anno di rinnovarsi e di attirare nei due pittoreschi borghi del Capannorese migliaia di persone provenienti da tutta Europa (nella passata edizione è stato superato il record delle diecimila presenze).

Protagoniste indiscusse della manifestazione sono le camelie. Ad attendere chi ama la vita open air, chi è appassionato di fiori e piante, ma anche chi apprezza la bellezza senza età del paesaggio è uno spettacolo mozzafiato di delicate forme e variopinti colori che fanno da naturale scenografia a due interi paesi, incastonati nel verde delle colline lucchesi.

Cortili, giardini, dimore storiche con i loro straordinari parchi, vie e sentieri: ogni angolo si veste di petali e corolle, offre un assaggio di prodotti locali a chilometro zero, nasconde un work shop a tema o uno stand espositivo, risuona con le note di un momento musicale dal vivo, accoglie artisti intenti a dipingere o mostre fotografiche, svela le tradizioni del lontano Giappone legate al principale prodotto della pianta di camelia, il .

Tra le attrazioni, la mostra scientifica con specie uniche e rare, le piante secolari racchiuse tra le mura di imponenti ville storiche (Villa Borrini, Giovannetti, Torregrossa e Orsi), eccezionalmente aperte al pubblico in occasione della manifestazione, la piantagione di tè, unica in Italia, e il Camelieto, area di 12,000 metri quadrati in cui vengono conservati circa 1000 esemplari, di cui 300 cultivar riconosciute, provenienti da quasi tutto il mondo.

Per tutte le info dettagliate sul borgo e sulla mostra consigliamo di consultare il sito www.camelielucchesia.it

INFO UTILI

COME ARRIVARE

Per visitare il Borgo e la mostra delle antiche camelie della Lucchesia, dovrete lasciare la vostra auto e prendere la navetta al Frantoio Sociale del Compitese – via di Tiglio 609, Pieve di Compit0 (Capannori) –  mentre per raggiungere Villa Reale dovrete riprendere la vostra auto e utilizzare i parcheggi adiacenti all’ingresso del Parco in via Fraga Alta 2, 55014 Marlia (Capannori).

Se preferite partire dal Parco di Villa Reale e poi visitare il borgo delle camelie nessun problema! Potrete acquistare i biglietti cumulativi anche da noi.

DURATA DELLE VISITE

La visita della mostra, che si svolge dalle 10 alle 18 (chiusura biglietteria alle 16:30) richiede almeno due ore di tempo. Stessi orari di apertura anche per il Parco di Villa Reale in cui consigliamo di restare almeno un’ora, un’ora e mezza.

ITINERARIO DEI GIARDINI DELLE VILLE MONUMENTALI

Cos’altro visitare sul territorio di Capannori e Lucca? Le ville lucchesi sono un patrimonio inestimabile e cliccando qui potrete trovare l’itinerario suggerito dall’Associazione Ville e Palazzi Lucchesi con orari di apertura e indirizzi dei giardini visitabili durante i weekend della mostra.

Perchè visitare anche a marzo la Toscana? La galleria di alcuni scorci del Parco di Villa Reale qui sotto può darvi qualche spunto :)

0
0
Mappa del percorso olfattivo_Villa Reale di Marlia

Presentazione percorso olfattivo di Villa Reale

Il percorso olfattivo di Villa Reale a Marlia. Il parco di Elisa Bonaparte Baciocchi che fece conoscere piante nuove, rare e odorose per i giardini delle ville lucchesi. 

 Dopo il percorso olfattivo di Lucca, la Villa Reale di Marlia si è dotata di una mappa olfattiva anche per il suo grande parco, voluto dalla sorella di Napoleone nel 1806 come giardino della sua residenza privata, dove fu ospite anche Niccolò Paganini.

“La prima condizione per comprendere un paese straniero è annusarlo” (Rudyard Kipling, scrittore e grande viaggiatore dell’inizio del XX secolo).

Si “inaugura” il primo marzo 2018 il percorso olfattivo di Villa Reale a Marlia. Dopo quello dedicato alla città di Lucca, Villa Reale ha proposto all’associazione “Napoleone ed Elisa: da Parigi alla Toscana”, e in particolare a Simonetta Giurlani Pardini e al professor Paolo Emilio Tomei, docente del Dipartimento di scienze agrarie all’Università di Pisa, di prendere in analisi l’ampio parco della Villa (16 ettari) e le sue piante secolari. Ne è nata una mappa olfattiva che può essere seguita per entrare, attraverso il naso oltre che gli occhi e il tatto, in contatto diretto con la Storia.

La Villa è appartenuta a Elisa Bonaparte Baciocchi, che la scelse come sua residenza privata trasformandone gli ambienti interni ed esterni secondo la regola di Napoleone del “tout comme à Paris”. La principessa aveva inoltre, come tutti i Bonaparte, una grande passione per la botanica e, imitando ciò che aveva fatto la cognata Josephine nella sua residenza di Malmaison, trasformò il parco di Marlia in un vero e proprio vivaio in cui introdusse anche specie appena arrivate da paesi lontani come il glicine e la mimosa.

“È stato proprio dalla Villa Reale di Marlia – spiega Simonetta Giurlani Pardini - che si sono diffuse nei giardini lucchesi nuove specie come le mimose, le magnolie, i glicini. Anche il geranio, già noto ma fino ad allora relegato negli orti botanici, diventò uno dei protagonisti non solo dei giardini ma anche dei salotti lucchesi. Grazie alle nuove scoperte scientifiche si iniziò infatti a convivere sotto lo stesso tetto con piante che erano un tempo considerate una minaccia per la salute”.

Come due secoli fa, Lucca e Marlia rientrano in contatto grazie al fino conduttore delle piante e ed è così che il Parco di Villa Reale si spoglia di tutte le questioni architettoniche per farsi conoscere nel suo profondo, attraverso l’olfatto e la botanica in un susseguirsi di piacevoli scorci e inebrianti profumi. Ogni stagione vedrà la fioritura di una diversa pianta, si comincerà a marzo con la Mimosa e le camelie, fiori grazie ai quali Villa Reale ha potuto instaurare un ottimo rapporto con la Mostra delle Antiche Camelie della Lucchesia proponendo anche un biglietto cumulativo che accomuna il Giardino d’Eccellenza del Camelietum compitese con uno dei giardini più belli d’Italia che vanta ben 2 viali di antiche camelie in un contesto storico e architettonico unico nel suo genere. Ad aprile sarà la volta del glicine, in estate dell’ibisco e così via fino ad arrivare in autunno dove il foliage lascerà ognuno a bocca aperta. Un percorso olfattivo, dunque, che accompagnerà i visitatori per tutta la stagione grazie ad una mappa dedicata, curata graficamente dall’architetto Beatrice Speranza, e che li riavvicinerà ad un tempo passato che ancora caratterizza ed arricchisce il presente.

“Il percorso olfattivo – spiega Michela Fovanna, responsabile marketing ed eventi di Villa Reale – è un progetto importante che ci ha permesso di approfondire e riscoprire la parte botanica del parco dopo gli importanti lavori di restauro ai palazzi del complesso e siamo convinti che questo innovativo modo di visitare il giardino di Marlia agevoli la promozione del territorio di Capannori. Siamo inoltre orgogliosi di sapere che una parte della meraviglia di Lucca, ovvero i viali alberati sulle mura, sono nati dalle piante del Parco di Villa Reale e siamo certi che questo gancio culturale possa aiutare anche le guide turistiche ad ampliare lo Storytelling toscano ed attrarre così nuovi visitatori… curiosi”.

Itinerario storico-botanico all'interno del parco di Villa Reale a Marlia

Presentazione della nuova mappa dedicata al percorso olfattivo di Villa Reale a Marlia.

Intervento dell'assessore al turismo del comune di capannori, Serena Frediani

Conferenza stampa di presentazione del percorso olfattivo di Villa Reale a Marlia. Si ringrazia l’Associazione Napoleone ed Elisa: da Parigi alla Toscana e del Prof. dell’Università di Pisa Paolo Emilio Tomei per la preziosissima collaborazione.

Fronte mappa olfattiva_Villa Reale di Marlia

Dettaglio sul fronte della mappa botanico-olfattiva presentata stamani in conferenza stampa al Comune di Capannori.

Il giardino della Villa Reale di Marlia e la città di Lucca

Elisa Bonaparte Baciocchi giunse nel suo Principato di Lucca il 14 luglio 1805 e nel 1806 acquistò dalla famiglia Orsetti l’edificio, alla cui trasformazione si dedicò imprimendole lo stile Impero e adattando il parco al gusto inglese, allora prevalente; lo ampliò con l’acquisto della vicina “Villa del Vescovo” e lo dotò di un laghetto situato nella parte inferiore.

Mimosa, camelia, magnolia, glicine, tiglio, platano, sophora, salice piangente, lagerstroemia, albero dei ventagli, albero del tulipano, pittosforo, liquidambar, ibisco e bagolaro sono le protagoniste del percorso olfattivo legato alla presenza di Elisa Bonaparte Baciocchi. Il parco di Marlia, curato personalmente da Raimondo Grimaldi che Elisa scelse come botanico, fu ammirato e preso a modello dai nobili lucchesi che introdussero queste novità nei parchi delle loro ville fino ad allora pertinenza esclusiva delle specie autoctone. Fu così che i giardini modificarono completamente il loro aspetto e la loro impronta olfattiva. Nuovi intensi profumi, infatti, si diffusero nei parchi lucchesi, come quello della Mimosa Dealbata. Questa specie arrivò in Francia dall’importante spedizione botanico/scientifica finanziata da Napoleone nelle terre della Nouvelle-Hollande, l’attuale Australia. Era l’ottobre del 1800 quando al comando di Nicolas Baudin presero il mare, verso quella terra lontana e in gran parte ancora sconosciuta, due corvette: Le Geographe e le Naturaliste. Fecero ritorno in Francia nell’aprile del 1802 portando un carico di esemplari della fauna e della flora australiana, piante e fiori che dovevano essere riservati quasi esclusivamente alle collezioni botaniche di Malmaison. La Mimosa Dealbata da Parigi arrivò direttamente a Lucca e qui si diffuse rapidamente su tutto il territorio, così come la camelia japonica, il glicine, fiorito in Francia per la prima volta intorno al 1803 nei giardini di Malmaison, il tiglio argentato, la sophora, il salice, la lagestroemia, il pittosforo e l’ibisco. Tutte specie che furono coltivate ed acclimatate a Malmaison, rarità botaniche che furono la base dell’impianto dell’Orto Botanico di Lucca, progettato da Elisa e realizzato da Maria Luisa che le successe nel 1817 come Duchessa di Lucca.

In quello stesso anno Klemens von Metternich in visita a Lucca scriveva alla sorella:

“Marlia, un luogo veramente divino, Madame Elisa ha creato un meraviglioso giardino all’inglese, è grande con un aspetto poco comune, forse unico nel suo genere al di qua delle Alpi. Piantato con ugual profusione di alberi e fiori esotici, vi sono per esempio boschetti interi di magnolia“.

Ibisco_percorso olfattivo_Villa Reale di Marlia

ASPETTI PRATICI DELLA VISITA AL PARCO ATTRAVERSO IL PERCORSO OLFATTIVO

I visitatori riceveranno alla biglietteria la mappa olfattiva del parco, sulla quale troveranno segnalate le piante che Elisa volle al parco, seguendo un percorso consigliato atto a non perderne nemmeno una e al contempo senza tralasciare i punti più suggestivi dei giardini. Di fronte ad ogni pianta poi, il visitatore troverà un cartello con delle brevi informazioni della stessa insieme a due QrCodes: inquadrando questi codici potrà collegarsi direttamente al sito di Villa Reale e leggere con il primo la descrizione della pianta in italiano mentre con il secondo quella in inglese. Come per le camelie l’anno scorso, il progetto di digitalizzazione si espande e permetterà ai visitatori che lo vorranno di approfondire l’argomento durante tutta la stagione. La visita al parco non ha limiti di tempo all’interno dell’orario di apertura e ricordiamo che Villa Reale è raggiungibile dal lunedì al sabato con il Bus di linea 59 (che dalle mura di Lucca conclude la sua corsa proprio all’ingresso dei giardini di Villa Reale).

Logo Associazione Naoleone ed Elisa da Parigi alla Toscana

L’associazione “Napoleone ed Elisa: da Parigi alla Toscana”, ha realizzato negli anni studi nei più importanti Archivi italiani e negli Archives nationales di Parigi, dando vita ad un progetto volto a ricostruire il clima culturale formatosi negli anni della presenza di Napoleone ed Elisa in Toscana che conta ormai diverse decine di appuntamenti realizzati tra Lucca, Livorno, isola d’Elba, Firenze e Parigi: conferenze, mostre nazionali ed internazionali, pubblicazioni ed incontri che hanno coinvolto le più importanti personalità del mondo napoleonico, suscitando notevole interesse tra gli addetti ai lavori e riuscendo anche a conquistare l’attenzione di un vasto pubblico che ha apprezzato la sua impostazione e vi ha trovato un utile approccio per entrare nella complessa vicenda del mito di Napoleone. In vista del Bicentenario dall’insediamento del Ducato di Maria Luisa di Borbone, che ricorre nel 2017, l’associazione ha avviato, in accordo con il Comune di Lucca, attività di studio e ricerca finalizzata all’approfondimento delle conoscenze di questo periodo storico di cruciale rilievo per la città.

0
0
Programma Festival Ville 2017

Festival delle Ville Lucchesi 2017

Programma Festival Ville 2017

Siamo onorati di annunciare che  il 21 ottobre 2017 ospiteremo il prestigioso Festival delle Ville, importante appuntamento culturale organizzato dall’associazione delle ville e palazzi lucchesi che quest’anno ha scelto come location proprio il parco di Villa Reale a Marlia.

Intorno alle 14:30, sarà possibile partecipare (su prenotazione) alla “tavola rotonda” introdotta dal Presidente dell’Associazione Ville e Palazzi Lucchesi Vittoria Colonna di Stigliano e coordinata dall’esperta Maria Adriana Giusti incentrata sul tema del Giardino storico: esperienze, professionalità, opportunità.

Programma Festival Ville 2017

A conclusione del dibatitto, verrà consegnato il Premio Ville Lucchesi Marino Salom, ovvero il premio che a cadenza biennale si pone l’obiettivo di stimolare la formazione specializzata nell’ambito dei giardini storici sul territorio nazionale ed internazionale. Le tesi premiate verranno presentate dai loro autori, i quali saranno felici di rispondere anche ad eventuali domande. Per l’edizione 2017, sono stati individuati tre lavori di particolare rilevanza riguardo al tema dei giardini delle dimore storiche e il primo premio è stato assegnato alla tesi:

- Il parco del Castello di Rocchinigi, esperienza unica di restauro e gestione.

Le altre due tesi meritevoli di menzione sono rispettivamente:

– Emmanuel Maignan e Francesco Borrimini. Il progetto di una villa scientifica nella Roma barocca del XVII secolo

– Salomon de Caus tra retorica, prospettiva e allegoria.

Tutti gli appuntamenti si svolgeranno anche in caso di maltempo e per motivi organizzativi, è richiesta la prenotazione compilando il seguente modulo.

Il parco rimarrà regolarmente aperto al pubblico il 21 ottobre 2017 e chi si presenterà senza prenotazione, potrà comunque assistere ai dibattiti del Festival delle Ville senza però assicurarsi un posto a sedere (massimo 150).

0
0
The_Rolling_Stones_in-Lucca

Stones: Estrazione Biglietto Vincente

Come promesso, ieri alle ore 11 è stato estratto il biglietto che permetterà a due visitatori fortunati di partecipare al grande concerto dei Rolling Stones a Lucca questo 23 settembre. Come hanno fatto? Sono venuti al parco tra il 04 e il 16 settembre, e con una piacevole passeggiata si sono aggiudicati 2 biglietti Prato B per gli Stones che incanteranno il loro pubblico nella serata di sabato nella meravigliosa scenografia delle Mura di Lucca.

Primo N. Estratto: 1916

Ieri sera, il vincitore ha dichiarato di essere in possesso del biglietto vincente MA ha rinunciato alla possibilità di partecipare al concerto permettendo così ad un altro concorrente di vincere i due biglietti del concerto dei Rolling Stones!!

Ecco perchè oggi é stata fatta una seconda estrazione e……il numero vincente è stato immediatamente pubblicato sulla nostra pagina fb! Ora siamo felici di riportarlo anche qui sul sito e non ci resta che scoprire chi è il visitatore doppiamente fortunato che dovrà confermarci di essere in possesso del biglietto al più presto (tramite mail, fb oppure email)!

N. VINCENTE: 07738
Foto vincitrice biglietti Rollin Stones grazie al concorso di Villa Reale (Lu)
0
0